06.06.2009

Gente di Fotografia - primavera/estate 2001 LE MISSIONI DELLE IMMAGINI

Ho impiegato un pomeriggio intero per ripercorrere l'evolu­zione di un personaggio che il critico Carlo Agostinelli così stigmatizza: "Sempre in mezzo alla mischia, dove si soffre e si muore, dove si vive con un pugno di speranza, dove si divido­no le miserie". Sempre e comunque, aggiungo io, "con un'ade­sione profondamente umana che rasenta il sacrificio".

Ha cominciato nel 1974 in Germania Orientale, ma soprat¬≠tutto non si √® perso un avvenimen¬≠to dal 1978 ai giorni nostri: dal Vietnam all'India, dalla Cina al¬≠l'America Latina, al Libano, dal Golfo all'ex¬† Iugoslavia, dall'Afghanistan all'Albania, ed ul¬≠timamente il Kosovo. √ą Pino Scac¬≠cia, inviato Rai del TgI, che, da ot¬≠timo professionista e puntuale pen¬≠na qual √®, scrive: "Quante ne ha da raccontare questo grande fotogra¬≠fo marchigiano. Un tipo quasi ta¬≠citurno ma capace di cogliere atti¬≠mi che servono appunto di moni¬≠to. Le facce, liti √® impressionato dalle facce. Nelle sue foto in bian¬≠co e nero si odono le urla di dispe¬≠razione della gente... lui abbando¬≠na un placido posto come Senigallia (avrebbe potuto continuare a fare il fotografo di scena) per fermare attimi della storia".

Mi potrei fer­mare qui, su questi tratteggi di un ottimo cronista, ma, in questo caso, la levatura di quest'uo­mo mi impone di andare alla ricerca di quello che in gergo chiamano: approfondimento. Il compito è arduo. Dove co­minciare e dove mettere la parola fine? La bibliografia di Pegoli è così vasta ed articolata da restare in punta di penna ogni qual volta si vuol tralasciare un passo della "militanza" di "pit­tore-fotografo" che, a rischio della vita, mette la sua arte al servizio della comunità. Già, è stato scritto quanto tra le sue innumerevoli note critiche, c'è chi è risalito ai "Vedutisti" e su tutti al Canaletto, perchè il nuovo stile realistico si incentrava su doti di precisione quasi fotografiche: Quel quasi, ci ha fatto considerare un istante il limite di quella e di ogni arte pittorica, rispetto all'assoluta fedeltà della foto.

Queste frasi, come ho detto, appartengono ad una culturalmente preparati, severi e agguerriti fotoreporter la cui fama mondiale è incontrovertibile". Di ciò ne danno riscontro la collabo­razione con il Fotografo Professio­nista, Il Venerdì di Repubblica, la rivista svedese Forum, Anteprima, rivista di arte e cultura diretta da Vincenzo Piermattei, e diversi quo­tidiani. Non possono essere dimen­ticati i premi (Mystfest di Cattoli­ca nel 1994, giornalista dell'anno), il riconoscimento Cavaliere del­l'Ordine al Merito della Repubbli­ca per i suoi servizi fotografici in zone di guerra. Al termine dei suoi itinerari per il mondo, si scopre che Pegoli ha tentato di capire, sotto molti aspetti gli eventi che hanno caratterizzato i popoli degli anni Ottanta. Eventi di miseria, di vita e di morte, di rassegnazione e di in­traprendenza, dove spesso i popoli sono apparsi sopraffatti da tirannidi, guerre e rivoluzioni, e inliti il giornalista e il fotoreporter con la loro testimonianza, in uno spirito profondamente umano e cristiano, sono stati come un richiamo alla resipiscenza dei contendenti, perché trionfino quegli ideali di libertà, giustizia, benessere e pace ai quali l'umanità intera, all'inizio del terzo millennio, per la sua salvezza, aspira.

 

Daniele Gattucci

 

 

 

 



GALLERY

« indietro


mostre

26.07.2014

 
Ecco il programma del workshop con Nino Migliori al Palazzetto Baviera

Appuntamento al Palazzetto del Duca per l'atteso workshop di fotografia sperimentale di Nino Migliori, una delle grandi firme della fotografia italiana. Si comincia alle 10 di sabato 27. Molte le richieste di partecipazione di fotografi da ogni parte...

continua »

mostre

24.07.2014

 
Arte concettuale superstar alla rocca roveresca: percorso espositivo sulle disseminazioni di Pino Pinelli

Molti applausi del pubblico per Pino Pinelli alla Rocca Roveresca per la lettura delle sue opere, che ha fatto, sala per sala, accompagnando il pubblico in una interessantissima visita  guidata, che è stata seguita da numerosi  fotografi del corso...

continua »